Torna alla pagina
Articolazione della filiera dei prodotti ortofrutticoli freschi

WP 3.1. del Progetto BIOVITA

 

 

Responsabile scientifico: A.Raffo

 

La motivazione dello studio risiede nel crescente interesse verso le problematiche della filiera di distribuzione dei prodotti dell’agroalimentare, destato in parallelo al dibattito più ampio relativo alla sostenibilità delle filiere di produzione e distribuzione del settore agroalimentare. Un interesse particolare è stato suscitato dalla diffusione di forme della filiera di distribuzione dei prodotti ortofrutticoli più semplificate o che prevedono, comunque, una riduzione del numero di passaggi tra produttore e consumatore (esperienze di “filiera corta”),

In base a tali premesse, l’obiettivo dello studio è la quantificazione degli effetti dell’articolazione della filiera e delle condizioni in essa impiegate sulla qualità organolettica e nutrizionale-salutistica di prodotti ortofrutticoli e una valutazione del relativo impatto ambientale.

Un’indagine conoscitiva permetterà di ricostruire le reali condizioni della filiera di distribuzione di prodotti ortofrutticoli e di raccogliere le informazioni relative alle condizioni di temperatura e umidità relativa alla quali sono assoggettati i prodotti stessi dal momento della raccolta fino al punto vendita. Alcuni modelli di filiera, corrispondenti a filiere di distribuzione di differente lunghezza e complessità e che tengano conto di differenti modalità di trasporto, verranno, quindi, riprodotti in simulazioni di laboratorio (mediante l’impiego di celle climatiche a controllo di temperatura e umidità relativa), e la qualità dei prodotti sottoposti a tali simulazioni verrà valutata mediante una serie di determinazioni chimiche di componenti marcatori della qualità organolettica e nutrizionale, e mediante misurazioni strumentali del colore e della consistenza.

Una valutazione dell’impatto ambientale relativo ai diversi modelli di filiera verrà effettuata mediante il calcolo delle emissioni di CO2 associate alle diverse condizioni in essi impiegate (tipo dei mezzi di trasporto, condizioni e tempi di magazzinaggio, ecc.).

Partecipanti alla ricerca

Collaborazioni esterne