Torna alla pagina
Ottimizzazione di modelli vitro di fegato e intestino per studi di farmacocinetica e farmacodinamica (LIINTOP)

Responsabile scientifico: Maria Laura Scarino

 

L’obiettivo principale del progetto è di fornire protocolli sperimentali e modelli in vitro per saggiare l’assorbimento, il metabolismo e la tossicità a livello intestinale ed epatico di molecole di interesse farmacologico. L’attività che si svolge all’INRAN è volta a ottimizzare le condizioni di coltura di alcuni modelli intestinali con l’obiettivo di mantenere stabili nel tempo funzioni specializzate relative al tessuto di origine. In particolare, vengono sviluppati nuovi protocolli utilizzando mezzi di coltura a composizione definito (privi cioè del siero fetale bovino di composizione variabile e spesso ignota) utilizzando diverse linee parentali e cloni di cellule intestinali umane Caco-2. I parametri misurati per stabilire il grado di differenziamento raggiunto dalle cellule nelle diverse condizioni di coltura sono la permeabilità cellulare, l’espressione di geni differenziamento specifici e l’attività di proteine coinvolte nel trasporto e nel metabolismo di nutrienti e farmaci. Inoltre, in collaborazione con uno dei partner europei, saranno sviluppati nuovi e più complessi modelli di co-coltura di linee umane intestinali (Caco-2) ed epatiche (HepaRG) per combinare in vitro l’assorbimento e il metabolismo nell’intestino e nel fegato di molecole di interesse tossicologico e farmacologico.

 

Durata: gennaio 2007 – dicembre 2010

Parole chiave

modelli in vitro, intestino, fegato, pre-validazione, nuovi farmaci, co-culture, serum-free

Partecipanti alla ricerca

Collaborazioni esterne