Torna alla pagina
Ruolo dello zinco e suoi trasportatori di membrana nella suscettibilitą all'infiammazione delle cellule epiteliali

Responsabile: Chiara Murgia

 

Gli effetti delle carenza acute di specifici nutriente sono state studiate e i loro effetti definiti in diversi organi e distretti cellulari. Più difficile è comprendere l’effetto di carenze marginali sulla capacità di rispondere a condizioni di stress. Carenze marginali di specifici nutrienti possono essere determinate sia da diete sbilanciate che da specifici assetti genetici. L’obiettivo principale di questo progetto è determinare l’effetto della deplezione delle riserve intracellulari di zinco sulla capacità degli epiteli di rivestimento (vie aeree e intestino) di rispondere a insulti infiammatori. Utilizziamo modelli di cellule epiteliali intestinali e delle vie aeree in cultura, le cellule vengono deprivate dei loro depositi di zinco e trattate con mediatori dell'infiammazione, vengono quindi testati gli effetti sulla sopravvivenza cellulare, la permeabilità paracellulare e l'espressione genica sia delle proteine coinvolte direttamente nel trasporto dello zinco sia di proteine coinvolte nella risposta infiammatoria e nell’apoptosi. La deplezione delle riserve intracellulari di zinco aumenta la suscettibilità all’apoptosi e modula l’espressione genica di proteine Zn dipendenti.

Questo è stato confermato in vivo utilizzando un modello murino di infiammazione delle vie aeree in cui vengono replicate le principali caratteristiche dell’asma allergica e in cui gli animali sono nutriti con una dieta povera di zinco.

 

Durata: gennaio 2008 – dicembre 2010

Parole chiave

intestino, carenze nutrizionali, micronutrienti, trasportatori di zinco, infiammazione, cellule epiteliali

Partecipanti alla ricerca

Collaborazioni esterne