Torna alla pagina
Giulia Ranaldi

Qualifica: PhD

 

AST di afferenza: Scienze della Nutrizione

 

Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione

Roma, Italia,

via Ardeatina, 546

 

Email: ranaldi@entecra.it

ATTIVITÀ DI RICERCA, INFORMAZIONE E PROMOZIONE

 

Il mio principale interesse di ricerca, riguarda lo studio dei meccanismi di trasporto e tossicità di nutrienti e xenobiotici introdotti con la dieta, usando come modelli sperimentali sistemi cellulari in vitro. Negli ultimi anni ho lavorato principalmente allo studio degli effetti della micotossina alimentare Ocratossina sull’epitelio intestinale ed alla caratterizzazione del trasporto intracellulare di zinco. L’Ocratossina è un contaminante altamente tossico presente in numerosi alimenti, di cui però non sono completamente noti i meccanismi di azione. In questo ambito sto valutando la tossicità intestinale dell’Ocratossina su una linea di cellule intestinali umane, in termini di effetti sull’organizzazione del sistema delle giunzioni strette ed attraverso l’analisi dell’espressione di gruppi di geni potenzialmente coinvolti nella risposta alla tossicità dell’Ocratossina. In particolare sto caratterizzando alcuni fattori che possono influenzare l’interazione tra l’Ocratossina e l’epitelio intestinale, quali: la matrice alimentare in cui è contenuta la tossina stessa e situazioni di carenza nutrizionale lieve che si possono presentare per patologie o malnutrizione.

Nell’ambito della caratterizzazione molecolare e funzionale dei trasportatori dello zinco, mi sto occupando dello studio della localizzazione del trasportatore vescicolare di zinco ZnT8, prevalentemente espresso nelle celule beta del pancreas dove è coinvolto nella processo di secrezione di insulina.

PUBBLICAZIONI RECENTI

  1. Ranaldi G, Caprini V, Sambuy Y, Perozzi G e Murgia C (2009) Intracellular zinc stores protect the intestinal epithelium from ochratoxin-A toxicity. Toxicol In Vitro 23(8):1516-21.
  2. Ranaldi G, Bellovino D, Palozza P e Gaetani S (2007) “Beneficial or detrimental effects of carotenoids contained in food: cell culture models”. Mini Rev Med Chem. 7:1120-8
  3. Ranaldi G, Mancini E, Ferruzza S, Sambuy Y e Perozzi G “Effects of red wine on ochratoxin A toxicity in intestinal Caco-2/TC7 cells.” Toxicol In Vitro. 2:204-10.
  4. Zucco F, Batto A-F, Bises G, Chambaz J, Chiusolo A, Consalvo R, Cross HS, Dal Negro G, De Angelis I, Fabre G, Guillou F, Hoffmann S,  Laplanche L, Morel E, Pinçon-Raymond M, Prieto P, Turco L, Ranaldi G, Rousset  M,  Sambuy Y, Scarino ML, Torreilles F, e  Stammati A. (2005) “An inter-laboratory study to evaluate the effects of medium composition on the differentiation and barrier function of Caco-2 cell lines.” Atla 33: 603-618
  5. Sambuy Y., De Angelis I., Ranaldi G., Scarino M.L, Stammati A. and Zucco F. (2005). “The Caco-2 cell line as a model of the intestinal barrier: influence of cell and culture-related factors on Caco-2 cell functional characteristics.” Cell Biol Toxicol 17: 1-26.

PUBBLICAZIONI DI PARTICOLARE RILEVANZA

  1. Ranaldi G, Consalvo R, Sambuy Y, Scarino ML (2003). "Permeability characteristics of parental and clonal human intestinal Caco-2 cell lines differentiated in serum-supplemented and serum-free media" Toxicol in vitro 17: 761-767
  2. Ranaldi G., Perozzi G., Zalewski, P., Truong-Tran A. e Murgia C. (2002) “Intracellular distribution of labile Zn(II) and zinc transporters expression in the kidney and MDCK cells " Am J Physiol Renal Physiol  283: F1365-F1375
  3. Ranaldi G, Seneci P, Guba W, Islam K e Sambuy Y (1996) "The transport of oxazolidin-2-one and of derivatives across intestinal (Caco-2) and renal (MDCK) epithelial cell lines". Antimicrob Agents Chemother 40: 652-658
  4. Ferruzza S, Ranaldi G, Di Girolamo M e Sambuy Y (1995) "The transport of lysine across monolayers of human cultured intestinal cells (Caco-2) depends on Na+-dependent and Na+-independent mechanisms on different plasma membrane domains".  J Nutr 125: 2577-2585
  5. Ranaldi G, Islam K e Sambuy Y (1992) " Epithelial cells in culture as a model for the intestinal transport of antimicrobial agents". Antimicrob Agents Chemother 36: 1374-1382